MUSEI CAPITOLINI
CENTRALE MONTEMARTINI
28.09.2017 / 31.12.2017
Mostra a cura di
Fulvio Caldarelli, Armando Milani, Maurizio Rossi
LOGO-Roma
LOGO-Musei
LOGO-Mu-segno

MOSTRA

MOSTRA A CURA DI / EXHIBITION CURATED BY
Fulvio Caldarelli, Armando Milani, Maurizio Rossi

 

IDEAZIONE E ORGANIZZAZIONE /
CONCEPT AND ORGANISATION
Centro interdisciplinare di ricerca sul paesaggio contemporaneo

 

Promossa da / Promoted by
Roma Capitale
Assessorato alla Crescita culturale
Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

 

Con il patrocinio di / With the patronage of
RAI
AGI – Alliance Graphique Internationale
AIAP – Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva
Comunità di Sant’Egidio
ROMA CAPITALE
Virginia Raggi
Sindaca / Mayor
Luca Bergamo
Vice sindaco / Deputy Mayor
Claudio Parisi Presicce
Sovrintendente Capitolino ai Beni Culturali / Superintendent of Rome Cultural Heritage

 

COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE / COMMUNICATION AND EXTERNAL RELATIONS
Teresa Franco
Filomena La Manna
con Luca D’Orazio

 

SERVIZIO MOSTRE E ATTIVITÀ CULTURALI / EXHIBITIONS AND CULTURAL ACTIVITIES SERVICE
Federica Pirani, Responsabile / Director
Edvige Smiraglia
Monica Casini

 

DIREZIONE MUSEI, VILLE E PARCHI STORICI / MUSEUMS, VILLAS AND HISTORICAL PARKS DIRECTION
Claudio Parisi Presicce, Direttore / Director
MUSEI CAPITOLINI – CENTRALE MONTEMARTINI
Nadia Agnoli, Museo e collezione permanente
Maria Giuseppina Bruscia, Mostre Temporanee
Serena Guglielmi
Barbara Nobiloni

 

PROGETTO GRAFICO E ALLESTIMENTO / DESIGN AND SET-UP EXHIBITION
Blueforma

 

PIEGHEVOLE MOSTRA /
EXHIBITION LEAFLET
ContributI critici / Critical contributions
Alberto Abruzzese, Fulvio Caldarelli, Milton Glaser, Armando Milani, Maurizio Rossi
Edizioni Centro interdisciplinare di ricerca sul paesaggio contemporaneo

 

RINGRAZIAMENTI /
THANKS TO

Erin Bazos, Stefano Carmenati, Marco Impagliazzo
Servizi museali /Museum services
Zètema Progetto Cultura
Sponsor Sistema Musei in Comune
With the technical contribution of the Ferrovie dello Stato Italiane
Media Partner
Il Messaggero
Sponsor tecnici /Technical sponsors
iGuzzini
Rubettino Print

CAN A POSTER CHANGE THE WORLD?

Il Centro interdisciplinare di ricerca sul paesaggio contemporaneo ha lanciato un appello ad artisti e visual designer per raccogliere il loro punto di vista su un fenomeno che è sotto gli occhi di tutti: la migrazione di uomini e donne in fuga dalla guerra, dalla miseria, dalla sopraffazione.
Interrogati sul diritto fondamentale alla Libertà, gli autori coinvolti hanno risposto con una riflessione in forma di poster, mezzo di comunicazione scelto per diffondere – tra parole e immagine – il loro messaggio. Il risultato è questa mostra collettiva che raccoglie le opere realizzate per l’occasione da maestri indiscussi del graphic design e da autori tra i più interessanti della nuova generazione, provenienti da tutto il mondo.
La volontà è di esporre e reclamare una visione che sembra non trovare sufficiente spazio nel paesaggio contemporaneo: il principio democratico di pari dignità della persona. Un invito a rinnovare il nostro sguardo su un fenomeno – tanto attuale quanto storicamente perpetuo e universale – di un umanità mossa dalla speranza di un’esistenza migliore.
Il manifesto, forma di comunicazione di massa esplosa nella seconda metà del XIX secolo, rappresenta ancor oggi un mezzo capace di catturare l’attenzione e diffondere messaggi? Può un poster cambiare il mondo?
Ingenuo è non ammettere che, a volte, sono sufficienti poche parole o una sola immagine per farci vedere le cose con altri occhi.
È questa l’utopia del possibile che continua a trovare rappresentazione in ogni nostro progetto.

The Centro interdisciplinare di ricerca sul paesaggio contemporaneo has launched an appeal to artists and visual designers of international renown intent upon gathering their viewpoints on a phenomenon currently plain for all to see: the migration of men and women fleeing war, misery, overwhelming strife.
Questioned about the fundamental right to freedom, the authors involved came up with a reflection in the form of a poster, a communicative means chosen to divulge – in words and images – their message. The result is a great collective exhibition whose objective is to raise awareness about, and urge, new perceptions concerning a topical theme of great importance: immigration.
The idea is to set forth, to claim a vision which seems unable to find sufficient space in the contemporary landscape: the democratic principle of equal dignity for all. An invitation to renew our perspective on a phenomenon which is of crucial importance today – but also historically perpetual, universal – , that of a humanity inspired by the hope for a better existence.
Does the poster, a form of mass communication which burst onto the scene in the second half of the nineteenth century, still represent today a means capable of capturing attention and divulging a message? Can a poster change the world?
It would be naive not to admit that sometimes, just a few words, or a single image are enough to make us see things through different eyes. This is the Utopia of the possible, which continues to find expression in every one of our ideas.

Autori in mostra VALENTINA AGRIESTI/ STEFANO ASILI / RUEDI BAUR / ERIN BAZOS / FÉLIX BELTRÁN / MAURO BUBBICO / MARLENA BUCZEK / ANGELO BUONUMORI / FULVIO CALDARELLI / ELIO CARMI / GINETTE CARON / FANG CHEN / ALESSIO COSMA / ROBERTO DEL BALZO / FRANCESCO DONDINA / ERIKA GIUSTI / MILTON GLASER / PUYA HABIBZADEHKAVKANI / GIANNI LATINO / GLI IMPRESARI / ITALO LUPI / ALAIN LE QUERNEC / GIOVANNI LUSSU / ARMANDO MILANI / MAURIZIO MILANI / GERMAN MONTALVO / RICARDO SALAS MORENO / ANTONIO PACE / MARIO PIAZZA / ANTONIO ROMANO / MICHELE REGINALDI / MICHELE SANTELLA / FILIPPO SASSOLI / ASTRID STAVRO / STUDIO ORIGONI STEINER / PARISA TASHAKORI / PAOLO TASSINARI / LUIGI VERNIERI / MARIO FOIS (VERTIGO DESIGN) / HEINZ WAIBL / ZUP DESIGN

locandina freedom